L'Ultreya - Cursillos Ugento - S.M. di leuca

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

L'Ultreya

Formazione e Organizzazione

L’ULTREYA COS’E’

“L' Ultreya è la riunione delle Riunioni di Gruppo. E' l'incontro e il contatto settimanale di quanti, nella zona,vivono il Cursillo , e anche di quelli che vorrebbero vivere quanto esso esige e non ci riescono– e vogliono condividere e convivere il proprio cristianesimo nello stile che caratterizza il Cursillo, come ampliamento e completamento, in scala comunitaria, della Riunione di Gruppo....E' l'incontro gioioso di tutti coloro che dopo i tre giorni vogliono proseguire il viaggio verso Cristo in compagnia...E' la festa dove ognuno porta il meglio di sé per condividerlo e conviverlo con gli altri...L' Ultreya è il luogo dove il soprannaturale si vive nella normalità “
L ' Ultreya manifesta la comunità dei corsisti. E' fatta
 dei corsisti che vi partecipano abitualmente o frequentemente,
 ma anche di quelli che vi partecipano saltuariamente o che, per varie ragioni, non vi possono partecipare, pur volendo;
 e anche di quelli che non vi partecipano più, ma sentono la nostalgia o il rimpianto di quella visione di vita che gli si è aperta al Cursillo e che poi non hanno avuto la forza di seguire.
Questa è la bellezza dell' Ultreya come comunità: una comunità che comprende, sia pure in modo diverso, tutti quelli che hanno partecipato al Cursillo, e che prega con tutti loro e per tutti loro; così come – lasciatemi azzardare un paragone ardito – la Chiesa comprende tutti i battezzati, compresi i battezzati solo in desiderio, cresce con loro e prega per loro.
In senso più stretto ed operativo, tuttavia, l' Ultreya raggruppa quanto vivono il Cursillo o desiderano viverlo. Non è quindi una delle tante pie strutture associative o di preghiera o di culto che si trovano nella Chiesa; è una comunità viva che promuove uno stile di vita cristiana del tutto particolare, orientato alla conversione personale ed alla evangelizzazione degli ambienti attraverso un metodo proprio.
A cosa serve l' Ultreya
Riprendo le parole di Bonnin . “ L' Ultreya è il luogo dove il soprannaturale si vive nella normalità” .
Si vive il soprannaturale, perché ciò che ci porta in Ultreya non è solo il desiderio di incontrare degli amici, ma di incontrare Cristo negli amici.
Si vive il soprannaturale perché in ultreya si incontra la Grazia attuale che proviene dalle testimonianze degli altri, dal nostro entusiasmo, dalla nostra dedizione apostolica.
Ma si vive nella normalità, immersi nella vita quotidiana, pronti a realizzare il Vangelo nella vita di tutti i giorni, anzi pronti a scrivere, ciascuno di noi, un nostro “quinto vangelo” fatto con tutti i momenti in cui abbiamo sentito e vissuto Cristo vicino a noi.
Vivere il soprannaturale nella normalità significa sentire e testimoniare che il Vangelo è vero, è “possibile”, è efficace , può dare senso pieno alla nostra vita ed alla vita di tutti.
L' Ultreya non è il punto di arrivo del corsista, ma il punto di partenza. Già la storia della parola “ultreya” ci riporta ad una ripresa del cammino verso un traguardo. A maggior ragione la nostra Ultreya è un incitamento ad andare avanti.
L' Ultreya dunque è una fondamentale opportunità per crescere come cristiani, o almeno, nei momenti difficili, per non cessare di esserlo. Essa
 rende reale la possibilità di vivere nella propria vita il clima o lo spirito del Cursillo.
 Favorisce la comunicazione umana e cristiana tra tutti quelli che condividono il carisma del Cursillo.
 Aiuta a comprenderci tra di noi, per poter poi meglio comprendere gli altri.
 Fa emergere il meglio di noi, perché poi possa essere portato al maggior numero di persone possibile.
 Crea un clima in cui ogni persona è sinceramente amata, compresa, aiutata e stimata.
 E' una scuola di amore e di servizio.

NELLA NOSTRA DIOCESI L'ULTREYA SI SVOLGE OGNI GIOVEDI' PRESSO I LOCALI DELL'ORATORIO DELLA PARROCCHIA SAN CARLO BORROMEO IN ACQUARICA DEL CAPO ALLE ORE 19,30

 
 
 
Contatti e info: 3383211952 - zioiggi@libero.it
Torna ai contenuti | Torna al menu