Un momento vicino a Cristo - Cursillos Ugento - S.M. di leuca

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Un momento vicino a Cristo

Formazione e Organizzazione > Documenti

Sono Pasqualina. Ho partecipato al 26° corsillos donne. Prima dell’esperienza dei tre giorni, ero credente, frequentavo già la mia parrocchia ed ero parte attiva di essa, essendo catechista.
L’unica cosa che mi mancava però era la capacità di saper ascoltare i bisogni degli altri. Intorno a noi, sono tante le persone sole, che non hanno nessuno su cui poter contare nel momento del bisogno.

Ho imparato ad aprire il cuore e ad ascoltare persone che ne hanno bisogno, mentre prima ero chiusa solo nei problemi della mia famiglia, e non riuscivo a guardare oltre.


Ho un’amica, ci siamo conosciute circa dieci anni fa. Abbiamo avuto sempre un rapporto di fiducia reciproca. Quando sono in difficoltà nella vita quotidiana, cerco sempre un suo consiglio e viceversa anche lei con me.
Due anni fa, è venuto a mancare, per una malattia fulminante, suo marito, e lei all’età di quarantanove anni si è ritrovata sola con una figlia di sedici anni.
Il mondo le è crollato addosso. Ha iniziato a imprecare contro Dio e la chiesa, cominciò a  non frequentare più la nostra parrocchia.
Lei e suo marito erano parte attiva di essa. Ho cercato sempre di starle vicino e di consolarla nei momenti di maggiore sconforto.
Mi sono totalmente affidata al Signore con la preghiera, e costantemente l’ho invitata a non abbandonare i gruppi ecclesiali dei quali faceva parte.
Pian piano con la mia preghiera, e con l’aiuto dello Spirito Santo, ha cominciato a ricredersi iniziando di nuovo ad avere fiducia in Dio.
Le sono stata vicino, credendo di aiutarla, ma mi rendo conto che lei aiuta me, è lei ora che m’incoraggia ad andare avanti nei momenti di ricaduta.
Abbiamo un ottimo rapporto, se lei ha bisogno, io, mi rendo disponibile. Spesso la accompagno a fare dei controlli periodici in ospedale.
A volte ci vediamo anche solo per passare un po’ di tempo insieme, perché lei è sola, perché sua figlia è fuori all’università.
Ringrazio il Signore per avermi chiamata ad aprire il cuore a persone bisognose della sua parola, e vedo che quando si fa del bene a esse, nei loro occhi ci sono la gioia e la speranza di poter contare sulla fiducia di qualcuno.  
Decolores....

                                                                                                                                         Pasqualina                    


 
Contatti e info: 3383211952 - zioiggi@libero.it
Torna ai contenuti | Torna al menu